Le Bande di Bollinger sono uno strumento decisamente utile per poter misurare la volatilità del mercato e per capire se ci troviamo in una situazione di ipercomprato (ovvero se c’è stato un forte e veloce movimento dei prezzi verso l’alto) oppure in una situazione di ipervenduto (se invece c’è stato un forte e veloce movimento dei prezzi verso il basso). Fondamentalmente, questo strumento ci dice se il mercato si trova in una situazione tranquilla o meno. Quando il mercato è in una fase di poco movimento, alle le bande sono vicine tra di loro, mentre quando è molto instabile, allora le bande si espandono.

Come usare le bande di Bollinger?

Una cosa che bisogna sapere sulle Bande di Bollinger è che il prezzo tende a muoversi sempre attorno al punto medio delle bande, che è fondamentalmente l’idea del rimbalzo di Bollinger. Questo significa che se i prezzi si trovano vicini o oltre rispetto ad una delle due bande esterne, prima o poi torneranno a dirigersi verso la banca centrale. Una particolare attenzione bisogna prestare quando il prezzo si trova al di fuori di una delle due bande.

Bande di Bollinger ed ipercomprato

Se il prezzo si trova al di fuori della banda superiore, allora ci troviamo in una situazione di ipercomprato. Questo significa che ci sono stati tanti investitori che hanno acquistato un determinato asset. In questa situazione, il prezzo tende a muoversi al ribasso, ovvero a tornare verso la banda mediana. In questa situazione la cosa migliore da fare è acquistare una opzione binaria put.

Bande di Bollinger ed ipervenduto

Se il prezzo si trova invece al di fuori della banda inferiore, allora ci troviamo in una situazione di ipervenduto, il che significa che ci sono stati tanti investitori che hanno venduto un determinato asset. In questa situazione, il prezzo tende a muoversi verso l’alto, dunque a tornare verso la banda mediana, il che ci potrebbe portare ad acquistare delle opzioni binarie call.

La conferma del movimento

Quando ci si trova in ipercomprato o in ipervenduto è fondamentale avere la conferma anche da un altro indicatore, come ad esempio il MACD, prima di investire in opzioni binarie. Se anche il MACD ci indica che il prezzo potrebbe muoversi nella direzione indicataci dalle bande di Bollinger, allora possiamo sicuramente investire ed acquistare opzioni binarie call o put. Per farlo non occorre fare altro che aprire la nostra piattaforma di trading, con il broker di opzioni binarie, e acquistare.