I principianti del mercato delle opzioni binarie possono guadagnare con successo allo stesso modo di coloro che hanno già esperienza di investimento. Nello specifico, le opzioni binarie per i principianti sono investimenti molto vantaggiosi soprattutto se ci si concentra sulle opzioni call e put.

Come possono, i principianti, investire con successo?

Come detto, è possibile partire dalle opzioni binarie call e put. Andando ad analizzare il mercato, cosa che si può fare con l’analisi tecnica o con quella fondamentale, è importante cercare di capire in che direzione il prezzo di un dato asset potrebbe muoversi in futuro. Dal momento in cui si riesce a prevedere correttamente l’andamento del mercato, sarà possibile acquistare una opzione binaria semplicemente aprendo la piattaforma di trading (che può essere, ad esempio, con 24Option o con AnyOption), inserire l’importo che si vuole investire e cliccare su “Acquista opzione binaria”. A questo punto si aprirà immediatamente la nostra posizione e potremo seguirne l’andamento in diretta, live.

Come si fa per poter incassare il guadagno?

Se la nostra previsione è andata a buon fine e si sta guadagnando denaro, bisogna solitamente attendere la scadenza dell’opzione binaria prima di poter incassare la vincita. In questo caso vedremo, nel nostro conto di trading, accreditarsi la somma di denaro guadagnata.

E’ possibile limitare le perdite?

Assolutamente si, ci sono due modi per farlo. Il primo è manualmente, ovvero investire una somma di denaro limitata al rischio massimo che si vuole correre nel caso in cui la previsione non fosse giusta, mentre il secondo è legato ad una particolare opzione che il broker mette a disposizione del trader. Nello specifico, si parla di una percentuale di ritorno che il broker garantisce al trader sulle operazioni chiuse in negativo. Di solito questa percentuale è del 15% e funziona così: se un broker acquista una opzione binaria call per un valore di 100 euro e finisce “out of the money“, invece di perdere i 100 euro investiti, ne perde 85, ovvero i 100 euro meno il 15% (15 euro) che gli viene “rimborsato” dal broker.