Il MACD è uno dei più importanti indicatori di analisi tecnica che si possano usare sul mercato. Il termine è acronimo di Moving Average Convergence Divergence e, come si può capire, prende in considerazione le medie mobili al fine di dare le indicazioni che sono utili al trader, anche quello di opzioni binarie.

Da cosa è formato il MACD?

Il MACD viene creato usando le medie mobili, secondo due diverse impostazioni, entrambe molto famose. La prima include questi time frame: 26 periodi, 12 periodi e 9 periodi. La seconda include invece questi time frame: 17 periodi, 8 periodi e 9 periodi.

La prima media mobile, quella a 26 periodi (17 periodi nel secondo esempio), è la più lenta, mentre quella a 12 periodi (8 periodi nel secondo esempio) è la più veloce. La linea a 9 periodi è nota come linea di segnale ed è data dalla differenza tra le prime due linee. Tale linea è decisamente importante poiché viene usata per generare i segnali. La differenza tra la media mobile più lenta con la media mobile più veloce, ci dà la linea del MACD.

Segnali che si possono avere con il MACD

Il MACD viene usato per generare diversi tipi di segnali. Il primo e più importante è dato dall’incrocio tra le linea del MACD e la linea di segnale, quella a 9 periodi. Se le due linee si incrociano al rialzo, allora si avrà un segnale di acquisto e dunque potremo optare per una opzione binaria call, se invece le due linee si incrociano al ribasso, allora si avrà un segnale di vendita e potremo quindi acquistare una opzione binaria put.

Un altro segnale interessante che si può avere con il MACD è legato all’incrocio dei valori di questo indicatore con la linea dello zero. Se l’incrocio avviene verso l’alto, abbiamo un segnale di acquisto, in caso contrario un segnale di vendita.